RSS

Site menu

News topics
Web Rumors [9]
Il chiasso prodotto dal web...
Thech News [5]
Le novità dell'Hi Tech.
Hardware [3]
Hardware's new entries
Software [11]
Il mondo del software secondo me.
Grafica&Design [6]
Photoshop, Gimp.
Hacking e Programmazione [4]
W l'OpenSource

News calendar
«  October 2008  »
SuMoTuWeThFrSa
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Login form

Search

Our poll
Com'è il mio sito?
Total of answers: 70

Site friends


Total online: 1
Guests: 1
Users: 0
   
Welcome, Guest Friday, 2020-02-21, 6:16 AM

Main » 2008 » October » 28 » Comparativa Radeon HD 4870, quattro schede a confronto
Comparativa Radeon HD 4870, quattro schede a confronto
8:42 PM

ASUS EAH4870 TOP

Iniziamo la nostra analisi, in rigoroso ordine alfabetico, dalla scheda Asus EAH4870 TOP. L'impostazione è di fatto identica a quella che ATI ha scelto per le schede reference, vale a dire con un voluminoso dissipatore di calore racchiuso da un guscio plastico. Anche il PCB pare essere lo stesso delle schede di riferimento. L'implementazione ASUS, tuttavia, porta questa scheda ad una frequenza operativa di ben 815MHz per quanto riguarda la GPU (siamo a 65MHz in più rispetto alla reference board) e a 3,7GHz per quanto riguarda la memoria.

La scheda Asus EAH4870 TOP si mostra piuttosto tradizionalista con i connettori per il collegamento a schermi e display: troviamo infatti le due normali porte DVI e, interposto tra esse, il connettore composito. Per l'ancoraggio allo chassis del computer la scheda è provvista di doppia staffa la quale dispone a sua volta di una griglia per lo sfogo dell'aria calda proveniente dal dissipatore di calore.

Come possiamo vedere dal dettaglio il sistema di raffreddamento si estende di fatto per la quasi totalità della scheda video, lasciando scoperta solamente una parte che non necessita di alcuna operazione di dissipazione del calore. I due connettori di alimentazione sono situati lungo il lato corto della scheda video, impostazione che in alcuni chassis potrebbe andare a disturbare i cavi delle periferiche di storage e rendere così difficoltoso il collegamento.

La dotazione accessoria prevede gli immancabili connettori ed adattatori (in questo caso il connettore CrossFire, due adattatori VGA-DVI e HDMI-DVI, un adattatore RCA-Composito e un adattatore RGB-Composito ed infine un cavo per l'alimentazione della scheda anche da connettori molex) CD contenenti driver, un sintetico manuale di installazione ed una custodia porta-cd in pelle.


Gainward HD 4870 Golden Sample

La soluzione HD 4870 Golden Sample proposta da Gainward risulta piuttosto personalizzata rispetto all'impostazione della reference board. Gainward ha deciso di adottare un dissipatore di calore differente rispetto a quello della scheda di riferimento e che si distingue per l'adozione di due ventole di areazione, di diverse dimensioni: una da 80mm posta in corrispondenza della GPU e una da 70mm situata sulla parte finale della scheda, che contribuisce a raffreddare il radiatore di calore del corposo dissipatore heatpipe.

A differenza delle altre schede raccolte in questa comparativa, la proposta Gainward Radeon HD 4870 Golden Sample non prevede alcuna griglia di areazione sulla staffa di ancoraggio. Troviamo invece, oltre agli ovvii connettori DVI, un connettore DisplayPort, in basso a sinistra, e un piccolo interruttore che consente di far operare la scheda in condizioni di overclock alle frequenze di 775MHz di GPU e di 4,0GHz per ciò che concerne la memoria.

Il dissipatore scelto da Gainward per il raffreddamento della soluzione Gainward HD 4870 Golden Sample copre interamente la scheda video, sormontando anche moduli di memoria e parte della circuiteria di alimentazione. I connettori di alimentazione sono situati all'estremità del lato lungo, una collocazione che dovrebbe rendere meno problematica l'installazione della scheda anche all'interno di chassis caratterizzati da un contenuto sviluppo nel senso della lunghezza.

Estremamente essenziale la dotazione accessoria: un manualetto di installazione, il cd contenente driver ed utility, due connettori VGA-DVI e HDMI-DVI ed un cavo per l'alimentazione da connettori molex. Nulla di più.


PowerColor PCS+ HD 4870

Anche PowerColor, per la scheda PCS+ 4870 sceglie un'implementazione personalizzata per ciò che concerne il sistema di raffreddamento: la sigla PCS, d'altra parte, rappresenta l'acronimo di Professional Cooling System. In questo caso troviamo un dissipatore di calore, di tipo heatpipe, di dimensioni abbastanza generose e con un'elevata superficie radiante. Il dissipatore, come vedremo poco oltre, si occupa solamente di raffreddare la GPU, grazie anche all'impiego di una ventola da 80mm. Le frequenze operative di questa soluzione sono di 800MHz per la GPU e 3,8GHz per la memoria.

Anche in questo caso impostazione molto tradizionale per quanto riguarda la parte "esterna" della scheda video. Due connettori DVI ed un connettore composito, al di sopra dei quali si trovano le feritoie per il ricambio d'aria, situate però non a diretto contatto con il dissipatore di calore.

In questo caso il dissipatore principale, pur voluminoso, non copre completamente la scheda video ma si limita a raffreddare solamente la GPU. I chip di memoria sono dotati di una piccola placchetta di rame, mentre invece un secondo dissipatore passivo, in alluminio, è collocato sopra i mosfet digitali della circuiteria demandata all'alimentazione della scheda. Anche in questo caso, come già abbiamo notato nell'analisi della scheda ASUS EAH4870 TOP, i connettori per l'alimentazione sono posti lungo il lato corto con tutti gli eventuali inconvenienti che ne possono conseguire.

Anche PowerColor mantiene basso il profilo della dotazione accessoria, inserendo solamente gli elementi strettamente necessari al funzionamento della scheda, ovvero tutti i connettori già incontrati nel corso dell'analisi delle altre soluzioni. Dal punto di vista della dotazione software troviamo invece l'applicativo iClone2 SE per l'animazione tridimensionale e il programma PowerDVD di CyberLink.


Sapphire Toxic HD 4870

All'interno del catalogo Sapphire possiamo trovare la soluzione Radeon HD4870 in due declinazioni: una standard e una "Toxic", nome che i ben informati e gli appassionati sanno sottointendere l'adozione di un particolare sistema di raffreddamento basato sulla tecnologia "Vapor Chamber", della quale Hardware Upgrade ha già avuto modo di dettagliare il funzionamento in questo articolo. Il sistema di dissipazione risulta essere piuttosto corposo e racchiuso all'interno di un guscio di plastica nera. La scheda HD 4870 proposta da Sapphire in versione "Toxic" raggiunge le frequenze di funzionamento di 780MHz per il core e 4,0GHz per la memoria.

Al pari delle soluzioni ASUS e PowerColor già analizzate nelle pagine precedenti, anche Sapphire ha deciso di collocare sul lato corto della scheda i connettori di alimentazione. Il dissipatore di calore principale, sebbene si estenda fino ai componenti della circuiteria di alimentazione, non li copre ed è pertanto necessario l'impiego di un secondo dissipatore, di ridotte dimensioni, per l'adeguato raffreddamento dei mosfet.

I tubi di rame del sistema di raffreddamento sporgono dal lato superiore della scheda di un paio di centimetri circa. Si tratta di un elemento da tenere in attenta considerazione nel caso si voglia acquistare proprio questa scheda ma si disponga di uno chassis di ridotte dimensioni poiché i tubi potrebbero sporgere dallo chassis stesso ed impedirne la chiusura.

La dotazione accessoria della scheda Sapphire Toxic HD 4870 si compone degli immancabili connettori, di un manuale di istruzioni e di una serie di software di produzione ed intrattenimento, tra cui DVD Suite e PowerDVD, entrambi della software house Cyberlink, rispettivamente per l'authoring DVD e per la visione di film.


Gainward HD 4850 Golden Sample

Anche per la soluzione Radeon HD 4850 Gainward propone un'implementazione fortemente personalizzata, scegliendo un sistema di raffreddamento di tipo heat-pipe con radiatore dalle considerevoli dimensioni. A differenza del modello HD 4870, la Gainward HD 4850 Golden Sample è però dotata di una sola ventola da 80mm. Le frequenze operative di questa scheda sono di 700MHz per il core grafico e di 2,2GHz per la memoria, rispetto a quelle standard di 625MHz e 2GHz.

Nonostante il dissipatore di calore si estenda per quasi tutta la lunghezza della scheda, i chip di memoria sono lasciati scoperti ed il dissipatore si occupa di raffreddare, di fatto, solamente la GPU. Il connettore di alimentazione è posto lungo il lato corto.

La scheda è in formato dual slot e dispone di due connettori DVI e di un connettore S-Video. I tubi di rame del dissipatore heat-pipe sono collocati in modo tale da non sporgere significativamente dalla sagoma della scheda, permettendo così l'installazione anche all'interno di chassis piuttosto avari di spazio.

Estremamente essenziale la dotazione accessoria, come nel caso della "sorella maggiore" HD 4870 Golden Sample. Cavo di alimentazione, adattatore DVI-VGA, compact disc on driver ed utility di monitoraggio ed un manuale per l'installazione della scheda.


Analisi prestazioni

Passiamo ora all'analisi prestazionale, che ci permette di analizzare il comportamento del chip RV770 nelle due declinazioni HD 4870 e HD 3850 a frequenze operative differenti. Essendo il prezzo delle singole schede compreso fra i 140 ed i 240 Euro, andando quindi a coprire la fascia media e medio-alta del mercato, abbiamo preso in considerazione le risoluzioni wide più diffuse, escludendo quelle troppo basse o elevate, come per esempio 2560x1600 pixel.

Di seguito la configurazione del sistema di test impiegato per questa comparativa

- Processore: Intel Core 2 Duo E7200 operante alla frequenza di 2,53GHz e dotato di 3MB di cache L2
- Scheda Madre: Gigabyte X48T-DQ6, basata su chipset Intel X48 + ICH8R
- Memoria: 2GB kit OCZ Platinum Series DDR3 1600
- Sistema operativo: Microsoft Windows Vista Ultimate - Service Pack 1
- Driver: ATI Catalyst 8.9

Prese in esame dunque le risoluzioni di 1440x900, 1680x1050 e 1920x1200 pixel, ordinando però i risultati non in base a quelli ottenuti a 1920x1200 pixel ma alla ben più diffusa 1680x1050 pixel, più coerente con la fascia di prezzo delle schede.

Crysis

Crysis, analizzato con impostazioni DirectX9, ha messo in mostra il buon comportamento delle schede HD 4870 Powercolor e Sapphire Toxic. Una supremazia meramente numerica però, con scarti di soli 3 frame rispetto alla HD 4870 meno performante a 1680x1050 pixel. Sempre 3 frame sono quelli che separano il modello Gainward HD 4850 Golden Sample dalla reference board HD 4870 di MSI. Si sale invece a 6 frame di differenza, traducibile in un degrado prestazionale osservabile, prendendo a riferimento le due schede reference HD 4850 e HD 4870.

Half Life 2 - Episode Two

Con Half Life 2 - Episode Two sono i  modelli Gainward HD 4870 Golden Sample e Sapphire HD 4870 Toxic a far segnare i migliori valori in termini di frame rate, pur rimannedo valido il discorso fatto in precedenza. Può essere infatti ritenuto del tutto trascurabile la differenza prestazionale esistente fra le schede HD 4870 analizzate. Più netto invece il divario fra HD 4870 e HD 4850, con differenze comprese fra il 10% ed il 20% circa. Per nulla pregiudicata, in ogni caso, la giocabilità con questo titolo anche con la versione "povera" del chip RV770.

Unreal Tournament 3

Conclusioni pressoché identiche a quelle viste con Half Life 2 anche con Unreal Tournament 3. Sostanziale parità fra soluzioni HD 4870, mentre le differenze si fanno evidenti solo passando alla famiglia di chip HD 4850.


Analisi temperature, rumorosità e consumi d'esercizio

Accanto alla valutazione delle prestazioni abbiamo condotto, a nostro avviso ben più interessante, l'analisi di parametri piuttosto importanti soprattutto nel caso ci si trovasse a dover scegliere soluzioni nella sostanza identiche tra loro. Ci stiamo riferendo alle temperature d'esercizio, alla rumorosità della ventola di raffreddamento e al consumo delle schede, tre parametri strettamente legati tra loro.

Questa sessione di test è stata condotta creando tre scenari-tipo: il primo di "idle" (ovvero senza alcuna attività in esecuzione dal sistema), il secondo di "stress" utilizzando i software Orthos e Shadermark, e il terzo mandando in esecuzione il benchmark di Crysis alla risoluzione di 2560x1600. In tutti e tre gli scenario abbiamo quindi provveduto a rilevare il picco di consumo dell'intero sistema, la rumorosità della ventola di raffreddamento tramite un fonometro collocato alla distanza di 10cm dalla ventola stessa, e il picco della temperatura di esercizio utilizzando l'utility RivaTuner. Nel caso della rumorosità di funzionamento abbiamo inserito solamente i valori rilevati in condizione di stress.

I risultati del test relativo alle temperature d'esercizio mette in evidenza come il sistema di dissipazione della scheda video Sapphire HD 4870 Toxic sia quello in grado di mantenere, nelle situazioni più critiche, le più basse temperature d'esercizio, ponendosi al di sotto anche delle soluzioni HD 4850. Buoni risultati comunque anche per le soluzioni proposte da ASUS e Gainward, mentre meno efficace si dimostra, in situazione di stress, il sistema di raffreddamento della scheda Powercolor PCS+ HD 4870.

Sul fronte della rumorosità di esercizio, la palma della meno rumorosa va alla soluzione Gainward HD 4870 Golden Sample, superata solamente dalla versione HD 4850. Se, tuttavia, nel test precedente (quello della temperatura) le soluzioni ASUS e Sapphire facevano segnare i migliori risultati, in questa prova risultano essere le più rumorose del lotto.

Tra le soluzioni equipaggiate con chip HD 4870 è nuovamente la Sapphire HD 4870 Toxic a far segnare i migliori risultati, battuta come prevedibile dalla reference HD 4870 e dalle due soluzioni HD 4850. Male ancora la Powercolor PCS+ HD 4870, che nella fase di test più critica fa segnare un risultato sensibilmente più alto rispetto alle altre schede in prova.

Considerazioni

La disponibilità in redazione di schede equipaggiate con GPU ATI RV770 in differenti declinazioni ci ha permesso di condurre un'analisi allo scopo di individuare se vi siano margini di miglioramento, e se sì di che portata, tra le soluzioni overclockate e le reference board.

Lo scenario cui ci siamo trovati dinnanzi è di fatto molto simile a quello che ci si è presentato ai nostri occhi in occasione di altre comparative: a fronte di una variazione, anche importante, nelle frequenze operative di GPU e memoria il guadagno prestazionale resta contenuto tra il 5% ed il 10% rispetto ai risultati registrati con la scheda reference che in valore assoluto si traducono in scarti, nella migliore delle situazioni, di circa 7 frame al secondo.

Avendo a che fare con divari prestazionali comunque piuttosto contenuti è pertanto possibile volgere l'attenzione ad altri elementi che possano aiutare nella scelta del modello ed in tal caso entrano in gioco solamente le esigenze di ogni singolo utente. Coloro i quali cercano una soluzione meno rumorosa potranno ad esempio rivolgersi alla proposta Gainward HD 4870 Golden Sample, chi cerca invece una soluzione con temperature d'esercizio e consumi più contenuti potrà trovare nella scheda Sapphire HD 4870 Toxic il modello ideale. Se, ancora, è il portafoglio a guidare la scelta allora ci si può orientare anche sul modello Gainward Radeon HD 4850 Golden Sample, ovviamente una scheda video di fascia inferiore, ma che nella versione overclocckata permette di raggiungere un livello prestazionale di tutto rispetto e tale da non compromettere l'esperienza videoludica. Vi suggeriremmo di orientare le vostre scelte anche in base alla dotazione fornita in bundle, ma tutte le schede recensite in questa comparativa vengono commercializzate con dotazione standard.

Sul versante dei prezzi abbiamo una situazione relativamente omogenea. Le schede vengono proposte ai seguenti prezzi: 250,00 Euro per le schede Gainward HD 4870 Golden Sample e Powercolor PCS+ HD 4870, 260,00 Euro per la scheda ASUS EAH4870 TOP e 280,00 Euro per la soluzione Sapphire HD 4870 Toxic. La scheda Gainward HD 4850 Golden Sample è invece proposta al prezzo di 170,00 Euro. Tutti i prezzi sono da ritenersi indicativi e comprensivi di IVA e sono stati calcolati effettuando una media dei prezzi riscontrati tramite vari motori di ricerca.



Category: Hardware | Views: 1458 | Added by: koelio | Rating: 0.0/0 |
Total comments: 1
0
1 koelio  
per gentile concessione di HwUp

Name *:
Email *:
Code *: